Britanni
Britanni-cartina%20europa%2Ce%20popolazioni.jpg

INTRODUZIONE
I Britanni erano una Popolazione celticapopolazione celtica stanziata nell'antichità nelle Isole britanniche (Gran Bretagna e Irlanda). La popolazione celtica, giunta nella regione a partire dall'VIII secolo a.C venne conquistata dai Romani tra il I secolo a.C e il I sec. d.C. Dopo la fine dell’ impero romano d’Occidente gli Anglosassoni ripresero il controllo sul proprio territorio (V secolo). I Britanni furono sottomessi politicamente e culturalmente ai nuovi dominatori, ma la loro civiltà celtica non fu mai del tutto sradicata, contribuendo a formare le radici moderne delle popolazioni di Gran Bretagna e Irlanda.
La principale fonte sui Britanni è Cesare, che nel suo De bello Gallico ha riferito delle due spedizioni da lui condotte in Gran Bretagna a metà del I secolo a.C.

ORIGINI
A partire dall'VIII-VI secolo a.C., gruppi di Celti invasero a più riprese le Isole britanniche. Tali gruppi provenivano, attraverso La Manica, dalle coste continentali dell'Europa, dall'area della Cultura di La Tène e dalle terre lungo il corso del Reno. A partire dall'odierna Inghilterra meridionale, questi gruppi celtici si espansero rapidamente in tutta la Gran Bretagna e l'Irlanda, anche se nell'attuale Scozia il popolo pre-indoeuropeo dei Pitti conservò la propria autonomia e la propria cultura.

guerrieri%20britanni.jpg

LA CULTURA
I Britanni provenivano dalla cultura La Tène. Questa cultura,con i suoi modi di seppellire i morti,la tipologia delle case e dei villaggi,i manufatti di ceramica e di metallo, rappresentava una mediazione tra la civiltà celtica e i centri urbani di stampo mediterraneo. Tale mediazione, tuttavia, fu certamente più efficace sul continente che in Britannia, dove la cultura La Tène si affermò circa tre secoli più tardi.

ECONOMIA
I Britanni estraevano e commerciavano stagno, coltivavano grano e allevavano bestiame. In particolare, lo stagno dei Britanni era commerciato, attraverso i Galli, in tutto il bacino del Mediterraneo. Erano artigiani estremamente abili e produssero gioielli dai motivi intricati e armi in bronzo e ferro.

Britanni-lavorazioni.jpg

ORGANIZZAZIONE POLITICA E SOCIALE

I Britanni vivevano in gruppi tribali altamente organizzati, tipicamente governati da un capotribù. I loro gruppi erano organizzati in una "classe alta" di guerrieri (che tipicamente si faceva crescere dei lunghi baffi) e una "classe bassa" di schiavi e lavoratori.
Come tutti i Celti, i Britanni non raggiunsero mai un'unità politica; in alcuni, rari momenti stipularono provvisorie leghe militari, per far fronte a un comune nemico. Gaio Giulio Cesare, che nel 55 a.C. giunse con la sua flotta in Gran Bretagna, distinse gli abitanti in autoctoni e costieri, cioè le tribù originarie di quelle che nel II secolo a.C. erano emigrate in Gallia e avevano fondato villaggi fortificati in tutta la regione.

Britanni-ritrovi%20archeologici.jpg