Toniolli Virginia

Questo documento, scritto nel VII e IX secolo d.C. . Descrive e tratta dei possedimenti dell'abbazia a Pelaiseau. Tutto ciò viene illustrato da un polittico, a cui è stato assegnato il compito da Irminone, abate di Saint-Germain-des-Prés.
In questo documento vengono illustrati in maniera molto precisa i dati riguardanti i prati dove facevano pascolare le pecore, i carri di fieno, le vigne, i territori coltivabili, dice di quanto si può trarre dalle terre e dalle costruzioni presenti sul territorio.

*Sono chiamati «polittici» gli inventari dei beni stesi dalle chiese e dai monasteri in età carolingia. Analizzano, infatti, la struttura di ogni villa, dominico e terra tributaria, elencando i censi e i servizi che devono i singoli mansi. «Il più antico, il più celebre, e uno dei più ricchi» è il polittico redatto, tra l'806 e l'829, per ordine di Irminone, abate di Saint-Germain-des-Prés. Da esso è tratto il brano seguente. (Da Textes et documents d'histoire, 2, Moyen Age, a cura di J. CALMETTE, nuova ed. aumentata a cura di CH. HIGOUNET, Paris, P.U.F., 1953, pp. 87-88).